Cos’è la biocosmesi

0

La biocosmesi sta assumendo un ruolo sempre più presente nel mondo della bellezza; negli ultimi anni si sta molto parlando della salute umana e della tutela del mondo, nominando spesso soluzioni biologiche ed ecocompatibili.

Ma che cosa significa? Con il termine biocosmesi s’intendono tutti quei prodotti di cosmetica la cui realizzazione avviene utilizzando esclusivamente prodotti naturali seguendo le regole basilari del rispetto dell’ambiente. Con bio – oggi s’intendono tutti i cibi e prodotti che rispettano la salute umana, ma al contempo anche la cura e la tutela del pianeta dove viviamo, dettaglio indicato con la sigla  – eco.

Da qui nasce la biocosmesi, ossia la nuova disciplina del mondo ecologico che si attiva per la realizzazione di cosmetici e articoli da usare per l’igiene e la bellezza, la cui realizzazione avviene interamente con l’ausilio di materiale destinato al riciclo e o con sostanze naturali che rispettano la salute della pelle e delle persone che decidono di utilizzarli.

Biocosmesi – una scelta intelligente

Decidere di sposare la causa della biocosmesi, significa prendersi cura non solo della propria persona, ma anche del pianeta. Oggi dovrebbero essere prese decisioni intelligenti, atte alla salvaguardia dell’ambiente che ci circonda e al contempo anche della nostra stessa esistenza. Le scelte bio dovrebbero essere sposate dalla maggioranza delle persone, non solo in campo alimentare, ma anche in altri settori, come appunto anche quello cosmetico.

Decidere di usare una crema per il viso biologica, significa preservare la pelle da eventuali aggressioni chimiche e o possibili allergie, ma anche tutelare il pianeta, riducendo l’impatto inquinante. Di fatto significa non immettere nell’ambiente sostanze chimiche inquinanti; la scelta bio, significa ridurre l’immissione di petrolio e di tutte quelle molecole che non sono biodegradabili presenti non solo nelle creme, ma anche nei trucchi solitamente usati dal mondo femminile come fard, ombretti e simili. Forse presi singolarmente non rappresentano una quantità importante, ma nella complessità si potrebbero raggiungere obiettivi importanti se valutati nella quantità dei tanti prodotti immessi nel mercato che generano i rifiuti.

Make up, impariamo a leggere le etichette

Quando si acquistano prodotti per il make up, si trascorrono diversi minuti nella lettura delle etichette sperando di carpire il nome degli ingredienti; in verità si leggono solo delle sigle e dei nomi impronunciabili di sostanze che derivano tutti o quasi dalla raffinazione del petrolio. Molti ricercatori americani asseriscono che la sostanza maggiormente idratante si ricava proprio dal famoso oro nero. Altri studiosi recentemente hanno invece smentito questo dato, affermando che la natura può offrire sostanze amiche e ottime alleate della pelle, asserendo inoltre che per avere cura dell’epidermide in modo assoluto, basta nutrirlo dall’interno con una sana alimentazione.

biocosmesiPer avere la garanzia di acquistare un prodotto riconosciuto e approvato dagli organi competenti in questo settore, quelle che trovate di seguito sono le sigle che se presenti nelle etichette dei prodotti che acquistate, sono fonte indiscussa di garanzia e certezza del prodotto.

  • AIAB
  • ICEA
  • COCONAT
  • CCPB

Questi i relativi significati: la prima AIAB si riferisce all’Associazione Italiana per l’agricoltura biologica, la seconda ICEA, indica l’istituto per la certificazione Etica e ambientale, la terza COCONAT, indica Cosmesi controllata naturale, e l’ultima ma non per questo meno importante, CCPB, indica il Consorzio per il controllo dei prodotti biologici.

Se leggete queste sigle sui prodotti che decidete di acquistare, anche senza avere un’alta competenza scientifica, potrete essere certi dei prodotti di Bio-Cosmetica che state comprando.

Le associazioni menzionate da qualche anno sono scese in campo per garantire agli utenti che intendono usare, difendere e divulgare  la causa biologica, che i prodotti acquistati sono effettivamente realizzati con materiale assolutamente biologici.

Share.