Porcellini d’India: quello che devi sapere prima di prenderne uno

0

porcellini d’India sono dei simpatici roditori, che possono essere tenuti in casa. Tuo figlio potrebbe presto chiederti di adottarne uno, dal momento che sono piccoli animali amatissimi dai bimbi. Ma cosa bisogna sapere prima di accontentare il tuo bambino? Quali sono le caratteristiche dei porcellini d’India, il loro carattere e le loro abitudini? È bene informarsi anche sul prezzo di un eventuale acquisto e sul tipo di alimentazione che bisognerà assicurare al simpatico roditore. Vediamo di seguito quali sono i principali aspetti che ogni mamma deve considerare, prima di rendere un bel maialino d’India un nuovo e gradito ospite in casa!

Caratteristiche dei porcellini d’India

Il porcellino d’India (anche detto cavia domestica) è un animale tenero ed adorabile, facile da accudire e molto dolce e coccolone. Per questo motivo è perfetto da tenere a casa ed è un compagno di giochi amato da tutti i bambini e anche dagli adulti.

Trova origine in Sudamerica, nonostante il suo nome lasci pensare diversamente: non si hanno notizie certe sul perché sia chiamato porcellino d’India. Si suppone che “porcellino” derivi dal verso simile a quello dei suini, oppure dalla forma fisica, che ricorda molto quella di maialini in miniatura. Il riferimento all’India sembra sia legato all’errata convinzione che le regioni di provenienza di questi animali appartenessero all’India e non a un continente completamente diverso.

SCOPRI COME FARE >> CALCOLO OVULAZIONE <<

Porcellino d’India: le razze

Esistono diverse razze di porcellino d’India: le più note come animali da compagnia sono la razza a pelo corto, abissina, peruviana e sheltie (anche detta silkie). Quasi tutte le razze hanno una forma standard e, facendo riferimento alla famiglia dei roditori, sono considerate di dimensioni medie. Presentano differenti colori del manto, dal nero, al rosso o bianco, con varie sfumature e hanno un’aspettativa di vita compresa tra i quattro e gli otto anni.

Il porcellino d’India pelo lungo, noto anche come cavia peruviana, è una delle razze più apprezzate, non solo dai bimbi, ma anche dagli adulti. Delizioso animaletto, ha una personalità allegra ed energica, e si differenzia dagli altri per una spiccata curiosità ed intraprendenza. Le cavie peruviane hanno caratteristiche fisiche uniche che le rendono particolari, a partire proprio dal loro manto. Il pelo lungo cresce molto velocemente, ed è bene prendersene cura con grande attenzione e costanza: l’ideale sarebbe spazzolarlo due volte al giorno, per essere sicuri che non si creino fastidiosi nodi.

Abitudini di vita: salute e alimentazione

Aspetto principale da considerare sempre è quello della salute del porcellino d’India, con particolare attenzione da rivolgere alla sua alimentazione e al suo benessere generale. Se trattato con cura ed amore, può vivere anche fino a sette o otto anni.

Il porcellino d’India è sano?

Prima di portarlo a casa, è bene controllarne attentamente l’aspetto, per assicurarsi che sia sano. Da esaminare quindi innanzitutto gli occhi, che devono essere bene aperti e privi di cispe. Anche naso e bocca sono molto importanti: l’animale non deve emettere fischi mentre respira, perché potrebbero essere sintomi di raffreddore o problemi respiratori. Inoltre, il naso non deve mostrare né pellicine né ferite, mentre i denti devono essere bianchi e non fuoriuscire dalla bocca.

adottare porcellino d'india

Cosa sapere prima di adottare un porcellino d’india?

Ancora, non dimenticare di controllare le orecchie, che devono presentarsi pulite, senza rossori né irritazioni, soprattutto nella parte posteriore. Altro aspetto fondamentale è il pelo, che deve ricoprire l’intero corpo di tutti i porcellini d’India, senza zone calve, rosse, oppure croste e ferite.

Cosa mangia il porcellino d’India?

Dopo esserti assicurata della salute del futuro ospite di casa, dovrai dedicarti alla sua corretta alimentazione. Non si tratta di un grande impegno, dal momento che il porcellino d’India è erbivoro al 100%! Metti sempre a disposizione del fieno, per poter consumare costantemente i denti, insieme a verdura e frutta fresca.

Chiedi al veterinario specializzato quali sono le varietà che è meglio evitare: in genere, puoi dare tranquillamente radicchio, carote, peperone dolce, mela, pera, timo e molto altro ancora. Importante è evitare cibi direttamente dal frigorifero e assolutamente vietati alimenti cotti o scongelati. L’acqua deve essere sempre disponibile, meglio se in una comoda ciotola.

Ber garantire la salute e il benessere della tua cavia domestica, non dimenticare le attenzioni per una buona toilette: è necessario che la lettiera sia sempre pulita, con cambi effettuati regolarmente. Può essere utile uno strato di pellet (magari in faggio al 100%) sopra del truciolo e poco fieno.

>> ALLARME FRIENDZONE: SIGNIFICATO E CONSIGLI PER USCIRNE A TESTA ALTA <<

Prezzo e consigli per adottare i porcellini d’India

Se vuoi adottare un porcellino d’India, è consigliabile andare in un centro specializzato o in un rifugio di animali. In genere non ha un costo elevato, in quanto puoi acquistarlo ad un prezzo compreso tra i 20 e i 40 euro: dovrai poi considerare la spesa per la gabbia e i costi ricorrenti, per lettiera, fieno e altro cibo.

I primi approcci

È importante accogliere in casa i porcellini d’India con alcune accortezze. Per i primi giorni niente chiasso e via vai di persone, dal momento che il piccolo roditore ha molta paura. Diventare amici richiederà tempo e pazienza e un approccio corretto risulterà fondamentale. Dovrai scegliere una tra le gabbie per porcellini d’India ampie e accoglienti, per consentirgli di muoversi senza costrizioni: le misure minime sono 80 x 40 centimetri mentre per l’altezza sono sufficienti 20 centimetri. Il fondo della gabbia deve essere solido, per evitare che si ferisca le zampine. È opportuno collocare la gabbia in una zona tranquilla, con una temperatura ideale di 21 gradi.

porcellini d'india adozione

Come tenere un porcellino d’India in casa?

ll porcellino d’india va lasciato anche libero per casa, magari con un posto dedicato dove andare a nascondersi. U’idea potrebbe essere una vasca di plastica sotto un mobile, con una comoda uscita, in modo da creare una sorta di tana. Tuttavia, se hai in casa cani o gatti, fai molta attenzione: la cavia domestica è una preda e potrebbe essere attaccata.

Curiosità

Ricorda che in natura i porcellini d’india formano gruppi e si riproducono molto velocemente. Pertanto, se intendi prenderne più di uno, è opportuno che siano dello stesso sesso, oppure potrai scegliere il maschio sterilizzato, mentre la femmina no. Spesso si consiglia di adottare delle cavie già adulte, di cui si conosce il carattere e prendere coppie già formate, cosi non si avranno sorprese inaspettate.

Ricorda infine che bisognerà spiegare bene ai bambini come trattare questi nuovi compagni di gioco: potranno divertirsi a costruire giochi, tunnel e casette, dare loro frutta e verdura, annotare costantemente il peso per curarli al meglio. Ma la cosa fondamentale è che dovranno trattare il porcellino d’India con grande attenzione ed amore: insegna ai tuoi figli che quando si accarezza una cavia, se alza la testa è bene smettere. Inoltre, non deve essere presa in braccio perché ha molta paura e se cade potrebbe essere fatale, perché ha ossa delicate.

Share.