Pulizia del viso: 5 errori da evitare

0

Il viso è il biglietto da visita di ogni donna, ed è per questo che è importante prendersene cura nel migliore dei modi. Una pulizia del viso eseguita correttamente permette di donare alla pelle del viso nuova luce, e di mantenerla in salute e al riparo da impurità. Occorre però fare attenzione ad alcuni errori comuni che possono compromettere l’efficacia della pulizia viso quotidiana: ecco quali sono e come fare la pulizia del viso.

Più di 2 pulizie del viso al giorno

Anche nei trattamenti di bellezza, a volte il troppo stroppia. Eseguire una pulizia del viso profonda per più di due volte al giorno rischia di stressare la pelle e rovinarla, ottenendo così l’effetto opposto a quello desiderato.

L’ideale sarebbe fare la pulizia del viso più intensa di sera, prima di coricarsi: durante il giorno, infatti, fattori come batteri e smog possono minare la cute del viso. Detergere il viso a fine giornata quindi può aiutare il normale processo di “autopulizia” delle cellule, sicché il mattino dopo sarà sufficiente una pulizia meno intensa.

Semaforo arancione anche per i trattamenti più profondi come gli scrub viso: hanno un forte impatto sulla pelle, e non andrebbero eseguiti più di due volte la settimana.

Acqua troppo calda

Nei trattamenti che richiedono risciacquo, come lo scrub o la maschera viso per punti neri, bisogna stare attente alla temperatura dell’acqua: troppo fredda o troppo calda non va bene, perché rischia di provocare uno shock termico alle cellule del viso, che sono molto più delicate rispetto alle altre cellule del derma. Ecco perché è opportuno sciacquare il viso con l’acqua tiepida, anche nella pulizia del viso in casa giornaliera. Eventualmente si può eseguire il risciacquo finale con l’acqua fredda, per chiudere i pori, ma non dev’essere gelida.

Scegliere un detergente inadatto

Useresti mai lo shampoo per lavare i piatti? Probabilmente no! Allora perché riservare questo trattamento alla pelle del viso? Scegliere il detergente più adatto al tuo tipo di pelle è di fondamentale importanza, e non si tratta solo di evitare di lavarsi il viso con il sapone per le mani: i detergenti sono studiati appositamente per agire sulle diverse tipologie di pelle (secca, grassa, mista o normale). Ad esempio, un detergente sgrassante ha la funzione di eliminare il sebo in eccesso e l’effetto lucido: utilizzato per la pulizia viso di una pelle secca, la renderà ancora più bisognosa di idratazione.

>>LEGGI ANCHE: Pelle sensibile. Come prendersene cura<<

Non utilizzare il tonico

Detergente, risciacquo, crema viso. Manca qualcosa? Sì, un buon tonico! Il tonico ha la funzione di svegliare le cellule del viso e prepararle ad affrontare la giornata. Inoltre, può aiutare a “fissare” il trattamento appena concluso, ed è per questo che è particolarmente indicato per la pulizia viso mattutina. Anche il tonico, spesso, può essere specifico a seconda delle tipologie di pelle, quindi fai attenzione a questo dettaglio.

Non leggere l’INCI

Forse l’errore più comune che si rischia di commettere è ignorare l’importanza degli ingredienti che compongono i prodotti che acquistiamo. Privilegiare gli ingredienti naturali è l’ideale, ma evitare sostanze dannose è già un buon inizio: no allora a siliconi, petrolati e conservanti. La pulizia viso fai da te è l’opzione che consente di controllare del tutto ciò che metterai sul viso, e nella maggior parte dei casi gli ingredienti sono pochi e molto semplici: caffè, miele, zucchero o uova.

In conclusione, una ricetta magica e valida per tutte noi non esiste, ma a volte per migliorare notevolmente la qualità dei trattamenti di bellezza basta davvero poco: pochi accorgimenti e un briciolo di attenzione, e potrai migliorare l’efficacia della pulizia del viso di ogni giorno. In poco tempo noterai la differenza, e la tua pelle ti ringrazierà.

Share.