Metodo Apollo per curare la psoriasi: pro e contro

0

Problematica della pelle che si manifesta con macchie, placche e papule, la psoriasi è una patologia infiammatoria, generalmente cronica, che colpisce circa il 3% della popolazione mondiale. Dal forte impatto sia sociale che psicologico, fortunatamente esistono molti rimedi naturali per curare la psoriasi, come la corretta alimentazione, l’utilizzo di fiori di Back e oli essenziali. A questi si aggiungono il metodo Apollo e Psorifix, che permettono di rendere soffice la pelle e soprattutto contrastare la psoriasi. Ma quali sono le cause e i sintomi di questa patologia? Come curare la psoriasi? Ma soprattutto, come funziona il Metodo Apollo? Scopriamolo assieme!

Psoriasi cause

La predisposizione genetica è senz’ombra di dubbio una delle principali cause della psoriasi, a cui si aggiungono altri fattori di tipo ambientale e immunologico. In particolare, questa infiammazione della pelle può avere sia cause fisiche che emotive, come stati di ansia o stress. Tra le concause, inoltre, si annoverano squilibri di carattere metabolico, ormonale e alimentare. Si pensa inoltre che, in soggetti predisposti, la psoriasi possa comparire in seguito ad una risposta eccessiva del sistema immunitario a certe infezioni di tipo virale o batterico.

Psoriasi sintomi

Difficile da diagnosticare, la psoriasi presenta sintomi molto simili ad altre malattie della pelle. Non è contagiosa e colpisce sia uomini che donne, anche se quest’ultime risultano esserne maggiormente colpite e anche più

psoriasi sintomi

Psoriasi sintomi: prurito

precocemente. Tra le zone maggiormente colpite si annoverano mani, gomiti, ginocchia, piedi, testa, viso, palmi delle mani, piante dei piedi e zona lombare della schiena. Ovviamente può presentarsi su qualsiasi area del corpo e si manifesta con pelle arrossata, ispessita e ricoperta da squame dal colore bianco/argentee.

Oltre alla manifestazione cutanea, la psoriasi può portare a sentire prurito e fastidio di diversa entità e intensità. Un altro sintomo può essere il fenomeno di Koebner, ovvero la comparsa di lesioni nelle zone interessate da traumi di carattere fisico, come ad esempio bruciature o cicatrici.

È utile inoltre sapere che esistono vari tipi di psoriasi e ognuna di queste presenta dei sintomi specifici grazie ai quali è possibile diagnosticare la patologia, come ad esempio eritema con gonfiore e prurito, oppure unghie bucherellate.

LEGGI DI PIU’ >> PELLE PERFETTA CON BLACK MASK

Psoriasi cura: metodo Apollo

In alcuni casi i farmaci non si rivelano la soluzione più adatta contro la psoriasi, perché degli effetti collaterali indesiderati rischiano di aggravare la situazione. Ovviamente le conseguenze cambiano di persona in persona

metodo apollo psoriasi

Combattere la psoriasi: metodo Apollo

prima di curare la patologia è importante capirne le cause. Partendo da questo presupposto gli ideatori del metodo Apollo hanno stilato una sorta di protocollo nutrizionale e integrativo grazie al quale è possibile agire sui singoli fattori che provocano la psoriasi. Quest’ultima è una malattia infiammatoria autoimmune; per capire come funziona il metodo Apollo è fondamentale sapere prima cosa significa  con questa dicitura. Per “malattia autoimmune” si intende una reazione immunitaria che non è provocata da un sistema immunitario cosiddetto impazzito, ma è il risultato del tentativo fallito di eliminare tossine e molecole potenzialmente dannose. Riuscire a gestire una reazione autoimmune significa quindi riuscire a limitare l’azione immunogene e controllare la possibile reazione infiammatoria.

Psoriasi metodo Apollo: pro e contro

A stimolare un sistema immunitario geneticamente predisposto possono presentarsi vari tipi di situazioni come ad esempio: assunzione di alcuni alimenti, quali glutine, caseina, solanacee e legumi, liberazione di specifiche tossine in caso di infezioni, funzionalità intestinale alterata, stress, alcuni farmaci e carenze di sostanze immunomodulanti come la vitamina D. Questi sono tutti fattori che possono provocare una reazione infiammatoria.

alimentazione per psoriasi

L’importanza delle scelte alimentari

La reazione di per sé si manifesta come una funzione del corpo particolarmente utile per riuscire a eliminare le sostanze dannose e favorire la guarigione. È però importante che vi sia una corretta risposta antinfiammatoria; nel caso in cui questo non avvenga, si finisce per sviluppare la malattia.

Per assicurare un corretto effetto antinfiammatorio, il Metodo Apollo prevede l’applicazione di scelte nutrizionali e integrative ben mirate, diverse dalla classica dieta mediterranea o da una comune dieta di mantenimento.

Il metodo Apollo, dunque, si rivela come un valido supporto integrativo a tutti coloro che usano farmaci o desiderano utilizzare un metodo alternativo. In ogni caso si consiglia di rivolgersi ad un dermatologo in modo tale da poter diagnosticare correttamente il tipo di psoriasi da trattare. Soltanto sapendo quali sono le cause, infatti, è possibile capire quale tipo di alimenti, consigliati dal metodo Apollo, è preferibile aggiungere ed eliminare al proprio stile alimentare al fine di riuscire a ridurre il problema. Allo stesso tempo è importante prestare attenzione ad eventuali intolleranze alimentari, in quanto si rischia di incorrere in altri tipi di problemi di salute.

Share.