Curare gli eczemi con l’omeopatia

0

Il principale disagio dell’eczema, caratterizzato da arrossamenti, gonfiori, lesioni o vescicole, è senz’altro il fastidioso prurito, che è sempre presente in questa patologia seppur in modi e forme diverse. Le vescicole pruriginose, spingono la persona a grattarsi, a procurare sulla pelle continui sfregamenti, che peggiorano il quadro clinico dell’eczema.

Secondo la psicosomatica e la ricerca omeopatica, a provocare le reazioni cutanee dell’eczema sono determinati stati d’animo latenti, o problematiche interne non ancora elaborate. La pelle rappresenta, anche a livello simbolico, un luogo di confine tra se stessi e il mondo, nonché un luogo nel quale avvengono scambi tra queste due realtà.

L’ansia, lo stress e le fobie bloccano le emozioni profonde del soggetto, che vorrebbero invece uscire e liberarsi. Questo blocco, porta turbamenti, che si riflettono come in uno specchio, sulla cute, la quale rende visibile a occhi esterni il conflitto interiore vissuto dal soggetto. Alla base della cura omeopatica dell’eczema, c’è sempre un’attenta ricerca da parte del medico, in ambito familiare, sia per quanto concerne le malattie allergiche ereditarie, sia per quanto riguarda le dinamiche psicologiche interne al nucleo familiare. La medicina omeopatica non si concentra solo sul sintomo e la sua eventuale guarigione, quanto piuttosto ricerca le cause scatenanti non apparentemente visibili eppure importanti.

Se desiderate rivolgervi a questo tipo di rimedio, di natura olistica (un rimedio che guarda alla persona nella sua globalità) è importante che lo facciate affidandovi a un omeopata esperto, evitando qualsiasi rimedio fai-da-te. Il tentativo da parte di un omeopata esperto, sarà quello di riportare l’organismo in una situazione di equilibrio che evidentemente è venuta meno. Per ogni tipo di eczema, vi sono specifici rimedi omeopatici che solo un esperto del settore potrà consigliarvi con responsabilità ed efficacia. Le dosi e le formule dei rimedi omeopatici, possono variare in base alle condizioni specifiche di ciascun soggetto.

prodotti omeopaticiTra i rimedi omeopatici comunemente utilizzati per curare o alleviare il problema, troviamo sostanze come: Apis mellifica, Rhus toxicodendrum, Graphites, Petroleum, Arsenicum Album, Sulfur, Calcarea carbonica e Mezereum. L’utilizzo di queste sostanze, viene prescritto dall’omeopata, sulla base dell’anamnesi personale e dei sintomi visibili sulla pelle del soggetto. Un rimedio adatto a chi ha una pelle secca, sensibile al freddo, non andrà bene per un soggetto caloroso o con vescicole purulente; ma proviamo a vedere nel dettaglio quali rimedi omeopatici si adattano meglio ai vari tipi di eczema.

Arsenicum Album: spesso consigliato in caso di pelle particolarmente sensibile al freddo, che presenta una dermatite secca e pruriginosa, con squame biancastre.

Sulfur: consigliato ai soggetti particolarmente sensibili al calore, che presentano una pelle secca, facile al sanguinamento, con sintomi acuti di prurito che aumentano a contatto con acqua fredda o calda.

Apis Mellifica: questo rimedio è utilizzato quando la pelle soffre di evidenti arrossamenti e stati edematosi.

Mezereum: rimedio usato qualora vi siano sulla cute secrezioni umide, giallastre e vischiose, e un intenso senso di bruciore; indicato soprattutto quando l’eczema è localizzato anche fra i capelli.

Graphites: utilizzata se l’eczema presenta secrezioni dense, oppure croste gialle e si localizza soprattutto tra le dita di mani e piedi, dietro l’orecchio, sotto le ascelle, ai gomiti e all’inguine. Le pelli che richiedono questo tipo di rimedio presentano spesso callosità.

Rhus toxicodendrum: utile in quei tipi di eczema caratterizzati da gonfiore, bruciore e prurito che peggiorano con il calore.

Petroleum: molto utile nel trattamento della dermatite da contatto, quando la pelle è secca e pruriginosa e il quadro è complicato dai continui sfregamenti e grattamenti della cute.

Calcarea Carbonica: questa terapia viene utilizzata soprattutto con i neonati, è, infatti, specifica per la crosta lattea e adatta nei bambini che soffrono il freddo e sudano sulla cute della testa.

La medicina tradizionale e alcuni scienziati hanno la tendenza a definire l’omeopatia una cura palliativa, con effetto placebo, piuttosto che una concreta ed efficace terapia. Nonostante questo molte recenti ricerche, condotte soprattutto in Germania, Inghilterra e Francia hanno portato a risultati, più o meno entusiasmanti, ma complessivamente propensi a confermarne l’efficacia. In alcuni centri e presidi ospedalieri l’omeopatia viene riconosciuta efficace, addirittura praticata, ma solo come medicina alternativa di supporto. Qualora vogliate avvicinarvi a quest’alternativa, per curare il vostro eczema, sappiate che affidandovi a un omeopata esperto non correte alcun rischio, non vi sono, infatti, effetti collaterali o reazioni sconvenienti nell’uso dei farmaci omeopatici, al limite la vostra situazione non muterà e avrete sempre la possibilità di rivolgervi alla medicina allopatica tradizionale.

Share.