Bellezza: ecco i nuovi cosmetici alle alghe

0

Le alghe apriranno una nuova frontiera nel campo della cosmesi. Al momento è stato esplorato soltanto il 5% delle acque marine e gli esperti del settore, che per oltre un decennio hanno lavorato al Censimento della vita marina consclusosi proprio nel 2010, sostengono che per ogni genere identificato altri quattro ne rimangono da scoprire. Ma non è tutto. Sono inoltre convinti che le molecole contenute nelle alghe, rispetto a quelle che si trovano nelle piante, sono evolutivamente più vicine a quelle dell’uomo.

La laminaria ochroleuca, meglio conosciuta come calcogne-melenche o alga gialla, è quella che ha suscitato l’interesse dei tecnici de L’Oréal nel centro di biotecnologia di Tours, di cui fa parte Biotherm, studioso di cosmetica marina. La particolarità di quest’alga sta nella capacità di contrarsi e distendersi in pochissimi secondi, al fine di resistere alla forza delle onde.

I biologi, simulando questa fase di stress, sono riusciti ad estrarre dall’alga un principio attivo capace di potenziare ulteriormente il rassodamento della pelle. In pratica, grazie alla sua abilità di irrigidirsi, l’attivo ha una doppia azione: da un lato è in grado di stimolare la sintesi di collagene mentre dall’altro quella di proteggere i fibroblasti che producono collagene. L’ottimo risultato è la formulazione di una nuova crema rassodante per il corpo, ovvero il Firm Corrector.

Ci sono comunque altri marchi cosmetici che credono nella potenzialità delle acque. Ad esempio c’è Galénic, che continua ad approfondire gli studi del phormidium uncinatum, un’alga blu dalle alte qualiutà antiossidanti che vive nei laghi di acqua dolce.

La Mer ha invece fondato tutto il suo straordinario successo sull’intuizione di Max Huber, il suo fondatore nonchè fisico aerospaziale, che rimase incantato dalle infinite capacità di rigenerarsi che possiede il fuco marino, un’alga molto diffusa sulle rive dell’Atlantico e attualmente utilizzata come base del Miracle Broth, punta di diamante di tutti i trattamenti della casa cosmetica statunitense. Recentemente lo studio si è spostato verso la laminaria saccharina, un’alga bruna che stimola il naturale ricambio delle cellule della pelle, aiutando visibilmente la restrizione dei pori.

Firmarine di Erno Laszlo, invece, presenta la nuova linea di trattamento composta da sei prodotti unisex che sfrutta le proprietà della spirulina maxima, una microalga di acqua dolce composta per oltre il 70% da: proteine, betacarotene (in un’altissima concentrazione), vitamine del gruppo B, ferro e una serie rara di acidi grassi come il gamma-lineico. L’effetto rassodante che svolge sulla pelle è veramente ottimo e inoltre stimola dall’interno la sua produzione di collagene.

Fino ad ora il suo limite era quello di perdere rapidamente le proprietà se non veniva lavorata in maniera corretta. L’expertise di Laszlo ha però individuato un utilizzo specifico che mantiene inalterate le caratteristiche della microalga per mezzo di una coltura d’acqua dolce e senza pesticidi, a bassa temperatura e per una lavorazione di un quarto d’ora al massimo. Possiamo dire che il campo della cosmetica sta certamente lavorando per noi e, in breve tempo, la nuova frontiera della cosmetica sarà in grado di potenziare al massimo il rassodamento della nostra pelle.

Share.